Image
Top
3 febbraio 2016

[video Tutorial] Stickers fai da te per la nail art – Nail lab con Mikeligna

Nail art, decorazione unghie fai da te, smalti, tecniche e piccoli grandi trucchi per avere unghie al top e con uno stile unico: scopri tutti i segreti di Mikeligna a Nail lab, su Real Time! 😉

Occorrente:

Nastro adesivo possibilmente opaco, dello smalto con i colori preferiti, e una forbicina.

Vado a stendere lo smalto sul nastro adesivo, facendo delle striscette, facciamo attenzione a non fare toccare gli smalti tra di loro,. A questo punto dobbiamo attendere che lo smalto sia completamente asciutto. Una volta che lo smalto è asciutto per bene,  andiamo a ritagliare i nostri Stickers…… Per darvi una mano nel procedere, vi lascio alla visualizzazione del video tutorial che ho trovato, e vi auguro una buona visione a tutti. 😉

0a03cacdd2c5a02a82c0b0566a1e3f8c

 

 

Vuoi sapere di più sul nail art?

La nascita della nail art è da attribuire all’Asia, durante l’età del bronzo: in questo contesto infatti ebbe origine la decorazione delle unghie per mezzo di una tintura, ricavata dalla riduzione in polvere di alcune foglie essiccate al sole. In seguito si affermò anche in Mesopotamia questa moda di dipingersi le unghie con delle vernici ricavate da zolfo e minerali come la galena e la malachite; questa usanza, stranamente era però esclusivamente usata dagli uomini e serviva a distinguere la casata sociale di appartenenza: In Babilonia gli uomini potenti erano soliti dipingersi le unghie con del kajalnero, mentre gli uomini delle classi sociali più basse adoperavano il kajal verde. Nell’antica Cina anche le donne cominciarono a decorarsi le unghie nello stesso periodo, sfruttando delle pitture vivaci ottenute dai pigmenti dei fiori.

Anche in Egitto  le unghie venivano decorate: e anche qui il colore distingueva le classi sociali e generalmente le donne povere utilizzavano dei colori pastello, mentre le donne ricche si dipingevano le unghie di un colore rosso che andava via via intensificandosi quanto più alta era la posizione sociale della donna. Le regine utilizzavano un rosso molto acceso e vivo, che non era consentito assolutamente a tutte le altre donne.

Submit a Comment

Posted By

Categories

Senza categoria

✕

Se il popup non si chiude clicca QUI