Image
Top
25 ottobre 2015

[mobili a scomparsa] Qualche spunto, per dare un tocco speciale alla tua casa

In questo articolo, vi voglio mostrare, come possiamo personalizzare la nostra casa, rendendola più accogliente e unica, con queste meravigliose idee che ho trovato sul web, ovviamente sono soltanto degli spunti che potrebbero servirci oppure no, ma credo che anche soltanto a guardarli divertono molto 😉

table:

Table/chair:

Each part of this cool furniture piece flips up or down... so you can have a couch, or a table, or chairs with side tables!:

Multiplo, I could see the multiple uses of this in a home daycare setting, fun and safe too!:

I love this kind of furniture. It would be great for a small apartment or an office that needs to double as a guest room.:

Hide away bed:

Small house folding interior furniture - Busyboo:

efficient-design-saving-space-28-11__605:

murphy bed with built-in desk, design by General Assembly  -    -  To connect with us, and our community of people from Australia and around the world, learning how to live large in small places, visit us at www.Facebook.com/TinyHousesAustralia:

Resource Furniture poppi desk - multifunctional furniture, space-saving furniture, minimalist living space, small space design, minimalism:

Versatility.:

Fold away bed:

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

leggi anche:

Ormai ci capita ogni giorno purtroppo, di vedere rifiuti abbandonati lungo le strade dei nostri quartieri, i vicoli e le piazze delle nostre città.La brutta abitudine di buttare per terra qualsiasi oggetto che a nostro avviso, sembrerebbe aver terminato il suo ciclo di vita, questo comportamento non provoca solo un danno al decoro dei luoghi in cui viviamo, ma comporta anche un notevole spreco di risorse e denaro per le casse dei Comuni.Quel determinato oggetto che è stato abbandonato, se opportunatamente trattato, potrebbe infatti ritornare nel ciclo produttivo.In quasi tutti i paesi del nord Europa, già da qualche anno, sono stati installati (molto spesso presso supermercati) degli eco compattatori (in cui è possibile depositare bottiglie e contenitori vuoti di plastica e vetro) e compostiere (dove si possono lasciare i propri rifiuti organici, quello che generalmente viene chiamato “umido”) e che “ricompensano” questo gesto con buoni sconti o centesimi di euro o con sacchetti di compost (fertilizzante naturale) nel caso delle compostiere, ci auguriamo che presto anche in Italia possa accadere tutto ciò, anche se per ora solo alcune città del nord usano questo sistema, ma speriamo che si allarghi a macchia d’olio anche al sud e sulle isole.Tale pratica, se ci si pensa bene, potrebbe essere vista come un’applicazione indiretta del principio che dovrebbe governare il finanziamento dell’attività della raccolta dei rifiuti: il cosiddetto “chi inquina, paga”.Infatti chi lascia i propri rifiuti ottiene dei piccoli benefici che seppure indirettamente ricompensano la capacità di inquinare meno, obiettivo che attualmente è impossibile perseguire.In Italia infatti Il finanziamento dell’attività di raccolta di rifiuti è affidata alla TA.RI., la Tassa sui rifiuti.Quest’ultima per quanto riguarda le utenze domestiche è calcolata sulla base del numero dei componenti della famiglia e sulla superficie dell’immobile in cui questa vive (quindi la tassa sara’più alta tanto più numerosa sarà la famiglia e più grande l’immobile), mentre per quelle professionali imprenditoriali dipende dalle dimensioni dell’immobile in cui viene svolta l’attività economica e dalla tipologia di quest’ultima (la tassa sarà più onerosa per le attività giudicate maggiormente produttrici di rifiuti: pizzerie; ristoranti; ecc.).La diffusione degli ecocompattatori e compostiere descritte potrebbe rendere quindi più pulite le nostre città ed attuare quello che dovrebbe essere il principio cardine in materia di finanziamento dell’attività di smaltimento e raccolta rifiuti.Proprio per questo motivo si chiede di incentivare tali pratiche concedendo agli operatori economici che li installino una decurtazione TA.RI proporzionale ai premi erogati

 

Submit a Comment

Posted By

Categories

Senza categoria

Se il popup non si chiude clicca QUI